Canapa e Bioedilizia (Terza Parte)

Canapa

Sono tanti i benefici legati all’uso della canapa in edilizia! Easy Service Solutions te ne ha elencati alcuni qui e qui.

Adesso vediamo insieme quali sono i vantaggi etici ed economici di questo straordinario materiale.

Costruire con fibre vegetali comporta molteplici vantaggi di carattere etico, sociale ed economico. Fra tutti i materiali naturali, la canapa è uno tra quelli che offre i risultati migliori. Questo vegetale, infatti, è di semplice coltivazione. Come saprai, ha una rapida crescita, un basso consumo di acqua e rarissimi attacchi parassitari. In più, una volta lavorato, è ottimo per sostituire legno, vetro e inerti per la composizione di vari materiali, poiché è refrattario a muffe ed insetti, ottimo contro gli incendi, leggero e ricco di silice.

Soprattutto, la canapa è un materiale “carbon negative”, che sintetizza il carbonio e riduce le emissioni di CO2 nell’atmosfera. Quindi rende gli ambienti in cui è applicata più salubri e abbatte anche le emissioni inquinanti del processo edilizio.

Forse non tutti sanno che la canapa, materiale dalle mille utilità, è fortemente radicata nella nostra tradizione. Già Leon Battista Alberti, nel De Re Aedificatoria ne sottolineava l’utilità nell’edilizia poiché, aggiunta alle malte, ne migliorava le qualità. Fino a pochi decenni fa l’Italia era il secondo produttore mondiale di cannabis sativa, la tipologia non psico-attiva più adatta agli usi domestici. Poi il tessile è entrato in crisi, prima ancora di altri comparti. L’impossibilità di competere con i mercati asiatici esordienti ha fatto sì che l’uso e la coltivazione della  canapa cadessero completamente in disuso nelle nostre zone.

Una decina d’anni fa l’Unione Europea ha attivato dei finanziamenti destinati alla reintroduzione della canapa da fibra e, di seguito, alla costituzione di filiere di prodotti derivati, specialmente nel settore no food.

Nel settore edile, i prodotti totalmente naturali che possono essere ricavati sia dal fiore che dal fusto della canapa sono tantissimi: cere, vernici, pannelli isolanti, intonaci e anche blocchi prefabbricati. Oltre ai già consolidati pannelli isolanti, in Italia è in fase di certificazione un brevetto per la realizzazione di blocchetti a base di canapulo, la parte legnosa dello stelo, in combinazione con un legante di calce da impiegare nella struttura dell’edificio. Un rivoluzionario mattone che, una volta essiccato, diventa rigido e leggero allo stesso tempo e può quindi essere utilizzato sia nella realizzazione di nuovi fabbricati sia nella ristrutturazioni di stabili già esistenti. Abbinando questi blocchetti di canapa e calce alla malta di calce fibro-rinforzata, sviluppata in Francia, si otterrebbe la prima tecnologia completamente a base di canapa.

Torna presto a trovarci per leggere l’ultima parte della nostra guida sugli usi della canapa in edilizia e commenta ciò che abbiamo imparato sinora. Ciao!

3 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Impresa di Pulizie Roma e Ristrutturazioni
chatta con noi
Hai bisogno di aiuto?
Chiedi un Preventivo Gratuito:
preventivo


Oppure telefona allo
0692927977


Oppure chatta subito
3 Condivisioni
Tweet
Pin
Share3
Share